L'autodromo di Varano de Melegali ha ospitato l'ultimo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Junior e i nostri tre piloti hanno donato tanto spettacolo e non pochi colpi di scena. Il meteo è stato incerto per tutta la giornata di sabato e i piloti hanno deciso negli attimi antecedenti al primo turno di qualifica quali pneumatici installare. Sebbene le condizioni dell'asfalto fossero molto incerte a causa di alcune chiazze di bagnato, il nostro Loris Capriolo è stato il primo ad optare per pneumatici slick, ottenendo un buon 1.21 basso. Il secondo turno di qualifiche è stato invece affrontato da tutti i piloti con le gomme da asciutto, ma i tempi fatti registrare dai nostri piloti non sono stati sufficienti per aggiudicarsi la prima fila: seconda fila per Capriolo e Sponga, mentre Gabarrini conquista la casella numero nove.


In entrambe le gare i distacchi tra i vari concorrenti è sempre stata minima. In Gara1 l'eccellente partenza di Sponga gli ha permesso di conquistare la terza posizione dopo pochissime curve, mentre Capriolo e Gabarrini consolidavano la quinta e la decima piazza. Il ritmo molto serrato di tutte le MiniGP e il gioco delle scie ha fatto sì che la terza posizione di Sponga venisse conquistata dagli avversari, mentre la costanza di Capriolo ha compattato il gruppo degli inseguitori. Gabarrini invece ha perso il contatto del gruppo; sebbene girasse da solo, il suo crono è stato in linea con quello dei suoi compagni di squadra: 1.21.1 per lui e Sponga, mentre Capriolo ha fermato il crono a 1.20.8


I best time di tutto rispetto hanno permesso di concludere Gara1 in quinta posizione per Capriolo, sesta posizione per Sponga e nono piazzamento per Gabarrini.


Gara2 è stata ancor più accesa, con tutti i piloti della griglia molto vicini tra loro per tutta la durata della manche. Le condizioni meteo e dell'asfalto hanno permesso di livellare ulteriormente le perfomance di tutte le moto in griglia. Il ritmo pressoché identico di tutti i piloti ha donato a pochi fortunati ai box e sulle tribune una gara molto tirata, dove non sono mancati sorpassi e controsorpassi. L'ultima gara della stagione 2020 ha consegnato la settima posizione a Capriolo, l'ottava a Sponga e la decima a Gabarrini. Sono migliorati anche i crono: Capriolo e Sponga sono scesi sotto il muro del minuto e 20 secondi, mentre Gabarrini ha mantenuto il miglior tempo sul 1.21


Si conclude così la stagione 2020, nella quale abbiamo seminato molto e raccolto leggermente meno delle aspettative. Ma abbiamo capito quali sono i nostri punti di miglioramento e faremo il possibile per la prossima stagione, nella quale ci troveremo pronti a dare battaglia.
Ringraziamo tutti gli sponsor che ci stanno supportando:

 #elfCIV20 #Campionatoitalianovelocità #Pasiniracingteam #GandiniRace #Motul #Marchaldfilters #fabbriaccessori #tovogomma #GPgarplast #saldagas  #GTTdesign #SMproject

L'ultima gara di questo pazzo campionato 2020 si è svolta all'autodromo Pietro Taruffi di Vallelunga, autodromo che ha fatto la storia del motociclismo moderno e teatro di grandi battaglie negli anni d'oro della Superbike. I nostri piloti fin dalle prime battute del venerdì hanno incontrato non poche difficoltà, a causa del maltempo, che ha reso l'asfalto del circuito romano piuttosto insidioso. La condizione di asfalto bagnato non ha compromesso la prestazione di Liguori, che ha conquistato la terza posizione nella sessione di prove libere, mentre Colombi e Villani hanno concluso la sessione in diciottesima e ventunesima posizione, con un ritardo superiore ai 2 secondi. 

 

Il primo turno di qualifica ufficiali, svolto in condizioni di asciutto, ha visto i nostri avversari prendere maggiore familiarità con il tracciato e le nuove condizioni del manto stradale. Liguori, Colombi e Villani hanno dato il massimo concludendo la sessione agguantando rispettivamente la casella numero nove, quattordici e ventitre. La seconda sessione invece è stata rovinata dalla pioggia, che ha reso l'asfalto molto insidioso. Villani e Liguori infatti sono caduti durante il primo giro di lancio; di tutt'altro avviso Colombi, che ha conquistato la quarta posizione alla fine del turno. La combinazione dei tempi delle due sessioni ha stabilito la griglia di partenza, con la nona posizione di Liguori (1.50.721), la quattordicesima di Colombi (1.51.661) e la ventitresima di Villani (1.53.204). 

 

Entrambe le gare, come solita tradizione della Premoto3, sono state vissute in apnea. 

 

Gara1 di sabato pomeriggio ha visto una ottima partenza di tutti e tre i piloti, con Liguori che recupera ben sette posizioni in un giro, mentre Villani inizia una corposa rimonta; Colombi riesce a mantenere la posizione e a farsi valere nella zona punti. La lotta per la prima posizione di fa subito serrata, con Liguori e l'avversario Mihalia che staccano il gruppo degli inseguitori, fino alla comparsa della bandiera bianca rossa, che indica asfalto bagnato. Liguori rallenta e viene superato al Tornantino. Il leggero velo di pioggia presente in diversi punti della pista non permette a Liguori di avere il grip ideale e nella tornata numero cinque viene raggiunto e superato dal gruppo degli inseguitori, che lo costringono alla settima posizione. Anche i compagni di squadra Colombi e Villani perdono posizioni, concludendo la gara in sedicesima e ventunesima posizione. Nelle ultime tornate Liguori prova ad approfittare della bagarre dei suoi avversari, concludendo Gara1 in sesta posizione.

 

Gara 2 si svolge con condizioni meteo decisamente migliori, sotto un cielo sereno che regalerà le ultime emozioni della stagione 2020. L'ultima partenza dell'anno, malgrado una noia tecnica di un concorrente a centro schieramento, scorre senza problemi e conferma l'ottimo spunto di Liguori che si accoda ai primi, la solida performance di Colombi e il guizzo di Villani, che recupera ben sei posizioni in un giro. La gara scorre fino all'ottavo giro, nel quale Liguori perde la terza posizione, mentre i compagni Colombi e Villani consolidano la posizione in classifica. Gli ultimi giri vengono completati senza intoppi, ma le ultime curve dell'autodromo Pietro Taruffi consegnano la terza posizione a Liguori per la caduta di Piccolo alla Trincea. L'ultima gara del Campionato Italiano Velocità si conclude con il terzo posto di Liguori, il dodicesimo di Colombi e il diciottesimo di Villani.

 

Il duro lavoro svolto durante questa stagione si è concretizzato nella quarta posizione nella classifica piloti di Liguori e nella tredicesima di Colombi. Villani ha chiuso il campionato in ventiseiesima posizione; complice il brutto infortunio alla prima gara del Mugello, che ha condizionato il suo stile di guida.

 

La stagione 2020 del Campionato Italiano Velocità per la categoria Premoto3 giunge così al termine: ci sono stati momenti di felicità, ma anche momenti difficili, dai quali abbiamo appreso lezioni utili per il prossimo campionato 2021. Ringraziamo gli sponsor che hanno supportato questa stagione:

#elfCIV20 #Campionatoitalianovelocità #Pasiniracingteam #GandiniRace #Motul #Marchaldfilters #fabbriaccessori #tovogomma #GPgarplast #saldagas #sparkexhaust #GTTdesign #SMproject #blu #racing

 

 

La seconda tappa del Campionato Italiano Velocità è stata molto difficile ed abbiamo portato a casa un bottino sotto alle aspettative, condito da buone sensazioni e tanta esperienza utile per la prossima gara.


Le prove libere di venerdì sono state condizionate dalla pioggia, che non si è più presentata per tutto il weekend. I tempi e le risorse dedicate per il set-up sono state quindi vanificate. Sabato, sotto un sole battente, si sono svolte le qualifiche ufficiali: le tornate di tutti i piloti sono stati molto tirati e il cronometro ha sancito la nona posizione di Liguori (crono di 1.50.443), la quindicesima di Colombi (1.51.195) e la diciasettesima di Villani (1.51.329).


Le due gare non si sono fatte pregare, donando spettacolo e momenti di tachicardia. La partenza di Gara1 è stata, per tutti e tre i piloti, molto buona: Liguori scatta e cerca di avvicinarsi ai primi, mentre Colombi e Villani raggiungono entrambi la zona punti alla prima curva. Dopo pochi giri, i primi tre si staccano, mentre il gruppo che va dalla quarta alla settima posizione è capitanato da Liguori. Nelle posizioni che contano rimane tutto immutato fino al quinto giro, dove il terzo classificato si ferma causa inconveniente tecnico; Liguori si trova quindi in terza posizione, casella che purtroppo perderà due giri più tardi, concludendo poi la gara in quinta posizione. La gara di Colombi è stata di sostanza, con un passo gara migliorato rispetto alle performance viste durante tutto il weekend. Per Villani, la gara si conclude al giro numero 10 per un errore di guida nelle prime curve del tracciato. Per tutti e tre i piloti c'è stato un miglioramento per proprio best time e del passo gara, che ha fatto ben sperare per Gara2


La gara della domenica è stata altrettanto tirata, ma non altrettanto fortunata per i nostri piloti. La partenza è stata ottima, con Liguori che chiude la prima curva in quinta posizione, mentre Colombi e Villani riescono ad attaccare gli avversari davanti a loro. Nei primi giri non si registrano crono particolarmente interessanti a causa di alcuni contatti in partenza. I primi quattro piloti della classifica hanno un ritmo davvero serrato e Liguori comanda il gruppo degli inseguitori, composto da altre cinque moto. Al terzo giro, alla curva del Carro, si assiste ad un sorpasso da cineteca, con Liguori che agguanta la terza posizione passando l'avversario con una traiettoria più esterna. Nel contempo, i tempi di Colombi e Villani migliorano sensibilmente rispetto alla gara del sabato, ma il ritmo ancor più serrato li costringe a militare ai piedi della zona punti. La gara continua con questo ritmo fino al giro numero 5, dove l'errore di Liguori lo porta in settima posizione, per poi finire in nona. Nel contempo, nelle prime posizioni non si risparmiano contatti al limite e cadute, fortunatamente senza conseguenze. La gara di Liguori purtroppo si conclude al penultimo giro per una bandiera bianca e nera sventolata per penalità confusa, a causa del sole basso, per una bandiera totalmente nera; questo l'ha indotto a fermarsi prima del tempo. Anche la gara di Colombi finisce prematuramente finisce alla curva Misano, con un high-side senza conseguenze. Villani porta al traguardo i colori del Pasini Racing Team, con la quindicesima posizione, lottando con problemi di aderenza alla gomma posteriore e racimolando il primo punto per la classifica piloti. Sebbene la gara sia stata sotto le aspettative, i best lap dei tre piloti sono ulteriormente migliorati: 1.49.230 per Liguori, 1.50.607 per Colombi e 1.51.343 per Villani.
Si conclude così il lungo weekend di Misano, con tanto dispiacere per aver seminato tanto e raccolto poco a livello di punti e di piazzamenti utili. Ringraziamo tutti gli sponsor che ci stanno supportando: GandiniRace, Motul, Marchaldfilters, Fabbri Accessori, Tovo Gomma, Saldagas, Garplast, Spark Exhaust, GTT Design e SM Project.

Abbiamo imparato tanto ed ora abbiamo un mese di tempo per analizzare ogni nostra debolezza e tornare agguerriti a settembre, con l'appuntamento a Imola.

#elfCIV20 #Campionatoitalianovelocità #Pasiniracingteam #GandiniRace #Motul #Marchaldfilters #fabbriaccessori #tovogomma #GPgarplast #saldagas #sparkexhaust #GTTdesign #SMproject #blu #racing

 

 

Il leggendario circuito di Imola accoglie il terzo appuntamento del Campionato Italiano Velocità.

Sotto un cielo limpido e senza nuvole, i nostri tre piloti hanno messo in pratica le sessioni di allenamento fatte durante la breve pausa estiva. Fin dalle prime battute del weekend, Liguori ha fatto da lepre, dando quasi 8 decimi al secondo in classifca; i compagni Colombi e Villani hanno dato spettacolo nella parte centrale della classifica.


Il ritmo dei tre piloti si conferma anche nei 2 turni di qualifiche: Liguori conquista la seconda casella della griglia di partenza, con un crono di 2.04.738; Villani conquista la ventesima posizione con un tempo di 2.07.433, mentre Colombi è subito dietro staccato di pochi millesimi.
Entrambe le gare sono state senza esclusioni di colpi. La partenza di Liguori e di Colombi non è stata delle migliori, perdendo alcune posizioni. Dopo poche curve, il numero 72 del Pasini Racing Team è già in lotta per la vittoria. Per Colombi parte una difficile rimonta dalla ventiquattresima posizione.La partenza di Villani è stata molto buona, mostrando un ritmo migliore a quello dei diretti avversari. Alla fine del secondo giro Liguori conquista la prima posizione con un sorpasso in staccata; nelle retrovie, la caduta di un avversario rovina la gara di Villani: il contatto tra la sua moto e quella dell'avversario comporta danni alla carena e al cambio elettronico. Intanto Colombi consolida il suo ritmo recuperando posizioni dopo la partenza non perfetta. Il ritmo dei primi è molto serrato, con Liguori che battaglia ad ogni curva fino alla fine del decimo giro, nel quale cade e conclude la sua gara. Villani nel contempo lotta nelle posizioni di coda, senza l'ausilio del cambio elettronico e con dei freni poco incisivi. Colombi conclude la sua rimonta sotto alla bandiera a scacchi in quattordicesima posizione.

La gara della domenica è stata una lunga sessione in apnea sia per i box che per il muretto. Tra i nostri portacolori, Villani è stato quello che ha fatto la partenza migliore, recuperando posizioni fino alla casella 14. La partenza di Colombi è stata buona ed ha conservato la sua posizione; Liguori ha avuto uno scatto non perfetto, affrontando le prime curve in quinta posizione, per poi recuperare la terza posizione dopo poche curve. I giri successivi vedono la rimonta di Villani, non senza qualche contatto con gli avversari, mentre Colombi amministra il gruppo centrale. Nelle prime posizioni, si consuma la lotta tra Liguori e il gruppo di testa. Il ritmo dei primi è da qualifica, col passo dei 2.05. A metà gara, tra il primo in classifica e Liguori, inizia ad esserci del margine, ma un errore alla ultima variante del leader di gara riapre i giochi. Nel gruppetto di testa inizia una lotta serrata che dura quattro giri, da cardiopalma. Nelle retrovie, Villani tira fuori la grinta e si confronta con la parte alta della classifica, mentre Colombi porta avanti una rimonta inaspettata. Sotto alla bandiera a scacchi Liguori passa in seconda posizione, dopo una gara tiratissima, mentre Colombi conquista la dodicesima posizione e Villani la tredicesima.

Anche questo weekend è stato pieno di soddisfazioni e non è mancato il podio; c'è un po' di amaro in bocca per non aver raggiunto il gradino più alto, ma siamo già pronti per l'ultimo round di questo pazzo campionato 2020.

Ringraziamo tutti gli sponsor che ci stanno supportando: GandiniRace, Motul, Marchaldfilters, Fabbri Accessori, Tovo Gomma, Saldagas, Garplast, Spark Exhaust, GTT Design e SM Project.

 

#elfCIV20 #Campionatoitalianovelocità #Pasiniracingteam #GandiniRace #Motul #Marchaldfilters #fabbriaccessori #tovogomma #GPgarplast #saldagas #sparkexhaust #GTTdesign #SMproject #blu #racing

 

 

 

Il Mugello accoglie il primo appuntamento ufficiale del Campionato Italiano Velocità. Nella categoria Premoto3 i piloti in griglia sono ben 30, ed i nostri piloti Colombi, Liguori e Villani hanno lavorato sodo a casa e con il team per portare le loro moto nelle primissime file fin da subito.
In questo pazzo campionato elfCIV 2020 condizionato dalla pandemia, lo spirito e la formula delle gare è sempre la stessa: qualifica e gara1 al sabato, warm up e gara2 alla domenica.


Le qualifiche di sabato mattino sono state veramente molto serrate: i primi 15 piloti sono racchiusi in un secondo e mezzo. Il crono alla fine ha sancito la quarta posizione di Colombi (2.06.970) mentre Liguori (2.07.081) è subito dietro di lui. Più attardato Villani (2.08.645), che parte dalla ventesima posizione.


Entrambe le gare sono state senza esclusioni di colpi e le scie hanno giocato un ruolo fondamentale
In Gara1 la partenza di Liguori è stata fulminea ed ha cercato di allungare fin da subito, ma il livello degli avversari è veramente alto. Colombi ha seguito il buon esempio del compagno di squadra ed i due alfieri del Pasini Racing Team hanno lottato per le prime posizioni per buona parte della gara. Purtroppo una caduta (senza conseguenze) a metà gara ha spezzato il folto gruppo di piloti che si poteva giocare la vittoria. Nel corso del decimo giro, Colombi ha sorpassato in staccata in fondo al rettilineo, superando ben 3 avversari e raggiungendo la prima posizione. Lo spettacolare gesto tecnico purtroppo non è bastato per aggiudicarsi la vittoria: Colombi conclude in sesta posizione, mentre Liguori chiude in settima posizione. Villani taglia la linea del traguardo in quindicesima posizione, dopo una gara in salita e di crescita, con tanti sorpassi e controsorpassi.


Gara2, svoltasi domenica, è stata decisamente piena di colpi di scena: tutti e 3 i piloti sono partiti nel migliore dei modi, recuperando posizioni. Liguori ha svoltato per primo in fondo al rettilineo, mentre Colombi è subito competitivo fin dalle prime battute; Villani invece è autore di una partenza superlativa e raggiunge l'ottava posizione. Il suo ritmo è ottimo fino al terzo giro, dove una caduta senza conseguenze compromette la sua gara. Intanto, nelle posizione di testa, i due alfieri del team Pasini sono autori di bagarre nelle posizione di testa; il ritmo degli avversari è veramente incalzante ed entrambi i piloti rimangono attorno alla sesta posizione. Al nono giro Liguori inizia a dare fastidio ai primi in classifica, mentre Colombi riesce ad abbattere il muro dei 2.06. Al decimo giro i nostri piloti suonano la carica: Liguori passa in prima posizione in fondo al rettilineo, mentre Colombi rientra nel gruppo di testa. La situazione rimane costante per tutto il giro, mentre nei box la tensione è palpabile. Il duo Liguori-Colombi è saldamente nel gruppo di testa, quando al penultimo giro Colombi sorpassa i suoi avversari all'esterno della prima curva, con un sorpasso da cineteca. La gara prosegue con lo stesso ritmo fino all'ultimo giro, dove i piloti giungono al fotofinish sul rettilineo del Mugello. La vittoria è di Liguori, con un vantaggio di soli 7 millesimi sull'avversario Trolese, mentre Lolli chiude il podio. Il podio di Colombi è sfumato per soli 12 millesimi.


Il primo appuntamento del Campionato Italiano Velocità 2020 si conclude con una bella vittoria e con la prima posizione in classifica con un gran dispiacere per Villani che aveva preso il ritmo per poter competere con i migliori e con tantissima emozione. Il team ha imparato tanto e i piloti hanno capito cosa serve per poter stare davanti a tutti. Ringraziamo tutti gli sponsor che hanno contribuito a costruire questa vittoria: GandiniRace, Motul, Marchaldfilters, Fabbri Accessori, Tovo Gomma, Saldagas, Garplast, Spark Exhaust, GTT Design e SM Project. Ora è tempo di concentrarsi per il prossimo appuntamento di Misano, il 25 e 26 luglio.


#elfCIV20 #Campionatoitalianovelocità #Pasiniracingteam #GandiniRace #Motul #Marchaldfilters #fabbriaccessori #tovogomma #GPgarplast #saldagas #sparkexhaust #GTTdesign #SMproject #blu #racing

 

 

Albo d'oro

Gallery

Ottobre 2020
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Calendario Gare

Nessun evento